Mercato Russo – Importazioni nel gennaio-dicembre 2017 – rapporto dei Servizi Doganali.

0
1524

Il mercato Russo,  come  stimato da diversi analisti , non ha risentito dell’ indebolimento del  rublo nello scambio contro il dollaro , che peraltro negli ultimi due anni è stabilizzato, il mercato dell’EAC sta riprendendo la sua potenza come acquirente molto importante . Questo è  confermato dai  dati del Rapporto dei Servizi Doganali Federale basati sulle  dichiarazioni della merce sdoganata nel arco dell’anno 2017.

 

Risultati del commercio estero della Federazione Russa periodo: gennaio – dicembre 2017

Importazione di merci dall’estero:

A dicembre 2017, secondo i dati preliminari delle statistiche doganali, nel 2017 le importazioni di beni dai paesi non CSI in termini di valore sono ammontate a 202.283,5 milioni di dollari USA e aumentate del 24,3% rispetto al 2016.

Inoltre , il valore delle importazioni di beni provenienti dall’estero ammontava a 20.736,8 milioni di dollari USA e rispetto a novembre 2017 era aumentato dell’11,3%.

Allo stesso tempo, le importazioni di prodotti tessili e calzature sono aumentate del 27,0% a 1.047,9 milioni di dollari, prodotti alimentari e materie prime agricole del 16,6% a 2,521,2 milioni di dollari, prodotti di ingegneria – al 12, 3 % fino 11. 264,1 milioni di dollari, prodotti chimici – al 4,5 % : 3. 474,2 milioni di dollari.

Nel gruppo di prodotti alimentari e materie prime agricole, le importazioni di verdure sono aumentate in 1,7 volte, il tabacco – in 1,5 volte, gli oli vegetali –  46,2%, i cereali –  45,1%, frutta –  39,8% pesce – del 27,6%, i latticini – del 23,3%, carne e sottoprodotti – del 22,2%, mentre il valore delle importazioni di bevande alcoliche e non alcoliche è diminuito del 15,4%, lo zucchero – dell’1,6% .

L’importazione di prodotti chimici è cresciuta a causa di un aumento degli acquisti di prodotti chimici organici e inorganici del 15,1%, di prodotti farmaceutici del 5,5%. Allo stesso tempo, il volume dei costi delle forniture di polimeri e gomma è diminuito del 2,5 %, i saponi e i detergenti sintetici sono diminuiti dell’1,9 %. L’importazione di profumi e prodotti cosmetici è rimasta al livello di novembre 2017.

Gli acquisti di tessuti e calzature sono aumentati di 1,8 volte, i tessili – del 22,5%, i vestiti a maglia – del 14,5%, i tessuti a maglia – del 9,7%, il cotone – del 6,7%, i tessuti confezionati di merci – del 3,9%, di materiali tessili – del 3,7%, mentre l’importazione di fibre chimiche è diminuita dell’8,5%. L’importazione di fili chimici rispetto a novembre 2017 è rimasta praticamente invariata.

Nell’importazione dei prodotti di ingegneria, gli acquisti di navi e attrezzature galleggianti sono aumentati in 2,3 volte, gli aerei – del 27,4%, strumenti ottici e apparecchi – del 21,5%, parti di locomotive ferroviarie – del 20,7%, attrezzature meccaniche – di 19,5 %. Allo stesso tempo, l’importazione di apparecchiature elettriche è diminuita del 6,5% e le importazioni di trasporto terrestre non sono cambiate molto.

A dicembre 2017, rispetto a dicembre 2016, le importazioni dall’estero sono aumentate del 25,7%.

Allo stesso tempo, c’è stato un aumento degli acquisti dei macchinari del 31,9%, di tessuti e calzature del 21,2%, di prodotti chimici del 17,2%, di prodotti alimentari del 10,9%.

Nell’importazione di prodotti alimentari, gli acquisti di verdure sono aumentati del 28,9%, gli oli vegetali del 28,3%, lo zucchero del 25,3%, il pesce del 20,6%, i frutti del 19,7%, le bevande alcoliche e non alcoliche – del 12,1%. Allo stesso tempo, le importazioni di tabacco sono diminuite del 31,4%, i prodotti lattiero-caseari del 23,0%, la carne e i sottoprodotti del 9,6%, i cereali dell’8,0%.

Tra i prodotti dell’industria chimica, l’importazione di sapone e detergenti sintetici è aumentata del 19,7%, di polimeri e gomma del 18,6%, di prodotti farmaceutici del 16,7%, di profumi e cosmetici del 15,0%, di prodotti organici e chimica inorganica – del 9,2 percento.

Nel gruppo di prodotti tessili e calzature a dicembre 2017, rispetto al mese corrispondente dell’anno precedente, gli acquisti di cotone sono aumentati del 42,0%, le calzature del 33,8%, i materiali tessili del 24,7%, l’abbigliamento tessile del 21,2% percentuale, tessuti finiti – del 17,9%, vestiti a maglia – del 12,9%, fibre chimiche – del 7,2%, fili chimici – del 7,1%, mentre l’importazione di tessuti a maglia è rimasta al livello di dicembre 2016 .

Nell’importazione di prodotti di ingegneria, gli acquisti di navi e attrezzature galleggianti sono aumentati di due volte, le attività di trasporto terrestre del 42,0%, le attrezzature meccaniche del 31,2%, gli aeromobili del 29,4%, le apparecchiature elettriche del 21,4%, strumenti e dispositivi ottici – del 17,6 percento, parti di locomotive ferroviarie – del 16,8 %.

Traduzione: Kaipova Angelika

www.cordmos.ru

fonte: http://www.customs.ru/index.php?option=com_content&view=article&id=26159:-2017-&catid=250:-i-2011-&Itemid=2448

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here