EAC Dichiarazione, circolazione e uso di merci non certificate.

0
1831

 

La legislazione della Federazione Russa nel campo della regolamentazione doganale e tariffaria di conformità obbligatoria stabilisce la responsabilità per violazione delle regole di certificazione e concessione di licenze di merci soggette a certificazione obbligatoria o di concessione di licenze. Per produttori, venditori, dichiaranti doganali e proprietari di beni, vengono stabiliti vari tipi di pene per le importazioni, il fatturato sul mercato interno e l’uso di beni con disabilità.

Tali violazioni includono:

  • Importazione nel territorio doganale o vendita sul mercato interno di merci soggette a certificazione obbligatoria EAC, senza il certificato EAC o la dichiarazione EAC.
  • Vendita dei beni senza marcatura obbligatoria di EAC o senza nessun informazione sulla certificazione EAC nella documentazione di accompagnamento.
  • Utilizzo in reti di comunicazione di strutture di comunicazione soggette a certificazione obbligatoria o dichiarazione del Ministero delle comunicazioni, senza un certificato di dichiarazione CAS o CCC.
  • Importazione o vendite sul mercato interno di merci che utilizzano lo spettro radio, senza intaccare le loro scoperte RFC senza inclusi nel registro unificato di REE e HFD o senza permesso per l’importazione.
  • Importazione e vendita sul mercato nazionale di merci mediante crittografia o crittografica, senza notifica all’FSB.
  • Importazione di merci a cui sono applicate misure di regolamentazione non tariffaria negli scambi con paesi terzi, senza registrazione di una licenza per MAT.

 

Si considera un REATO  l’importazione di merci senza  certificato EAC o licenze MIT nel territorio della Federazione Russa e viene applicato art.16.3 del Codice Amministrativo della Federazione Russa, che prevede misure di regolamentazione non tariffarie all’importazione nel territorio doganale dell’Unione doganale di punizione sotto forma di una sanzione amministrativa per i cittadini nella quantità di 1000 a 2000 rubli con o senza la confisca dei beni. Lo stesso articolo del Codice degli illeciti amministrativi della Federazione Russa è previsto anche per le persone giuridiche con una multa da 50.000 a 100.000 rubli con o senza la confisca dei beni.

 

Vendita di beni senza un certificato EAC o la dichiarazione EAC attestante la sicurezza di tali prodotti per la vita e la salute delle persone, rientra nel campo di applicazione dell’articolo 14.4 del Codice Amministrativo, nominando una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di 1.000 a 2.000 rubli ,per i singoli imprenditori -. 10.000 a 20.000 rubli per le persone giuridiche -. da 20.000 a 30.000 rubli .. violazione ripetuta del presente articolo comportano un aumento di multe per i cittadini fino a 5000 rubli per gli imprenditori individuali -. a 30.000 rubli per le persone giuridiche -. a 50.000 rubli con o senza la confisca dei beni.

 

In conformità al paragrafo 7 dell’articolo 24 della legge federale del  27.12.2002 numero 184-FZ “Sulla regolamentazione tecnica” sotto la dichiarazione di conformità del richiedente deve essere conservato nella loro dichiarazione e il materiale probatorio (compresi i rapporti di prova) per 10 anni dalla data di scadenza questa dichiarazione Inoltre, il richiedente deve presentare una dichiarazione (o il numero di registrazione della dichiarazione di conformità e dei materiali probatori) su richiesta del l’organo esecutivo federale autorizzato ad esercitare il controllo statale sulla osservanza dei requisiti previsti dalle normative tecniche. L’assenza del rapporto di prova, oltre a fornire false informazioni quando si effettua una dichiarazione EAC può provocare ai sensi dell’articolo 14.44 del Codice Amministrativo una sanzione amministrativa delle persone giuridiche da 100.000 a 300.000 rubli. Il paragrafo 2 dello stesso articolo prevede la responsabilità per l’esecuzione ingiustificata della dichiarazione invece di certificato di EAC, sotto forma di una sanzione amministrativa per le persone giuridiche da 300.000 a 500.000 rubli. Il paragrafo 3 dell’articolo 14.44 del Codice Amministrativo stringe la responsabilità per il reato di cui sopra ha causato danni alla vita o alla salute dei cittadini, di proprietà di persone fisiche o giuridiche, statali o di proprietà comunale, l’ambiente, la vita o la salute degli animali e delle piante, o rischia di danneggiare la vita o la salute dei cittadini, l’ambiente ambiente, vita o salute di animali e piante, fino a 700.000 a 1.000.000 di rubli.

Vendita di beni senza l’etichettatura obbligatoria di EAC, compresi i prodotti certificati, punibili ai sensi dell’articolo 15.12 del Codice Amministrativo della Federazione Russa nella forma di una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di 2.000 a 4.000 rubli. con la confisca di beni, per le persone giuridiche – da 50.000 a 300.000 rubli con la confisca dei beni.

 

L’utilizzo di reti di comunicazione di servizi di comunicazione soggetti a certificazione obbligatoria, senza un certificato di CCC ai sensi dell’articolo 13.6 del Codice Amministrativo punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di 3.000 a 5.000 rubli. con o senza la confisca dei mezzi di comunicazione, sulle persone giuridiche – da 60.000 a 300.000 rubli. con o senza la confisca delle apparecchiature di comunicazione. Se le strutture di comunicazione non sono soggette a certificazione obbligatoria ma sono soggette a dichiarazione obbligatoria, il loro uso su reti di comunicazione senza dichiarazione CAS è punibile con una multa per le persone giuridiche da 60.000 a 150.000 rubli. con o senza la confisca delle apparecchiature di comunicazione.

 

Realizzazione di attività nel campo della sicurezza delle informazioni in violazione delle condizioni previste dalla licenza FSB, sono in conformità con l’articolo 13.12 del Codice Amministrativo imponendo una sanzione amministrativa ai cittadini nella quantità da 1000 a 1500 rubli per le persone giuridiche -. 15.000 a 20.000 rubli .. Una violazione simile è classificato come lordo, comporta l’imposizione di una sanzione amministrativa sui singoli imprenditori da 2000 a 3000 rubli. o sospensione amministrativa delle attività fino a 90 giorni, per le persone giuridiche – da 20.000 a 25.000 rubli. o sospensione amministrativa delle attività fino a 90 giorni. Attuazione nel settore delle attività di sicurezza delle informazioni senza una licenza è punibile con FSB articolo 13.13 del Codice Amministrativo una sanzione amministrativa ai cittadini nella quantità da 500 a 1000 rubli. con la confisca di mezzi di protezione delle informazioni o senza di essa, sulle persone giuridiche – da 10.000 a 20.000 rubli. con o senza confisca di mezzi di protezione delle informazioni. Anche svolgere attività commerciali senza uno speciale permesso (licenza) è una composizione di un reato ai sensi dell’articolo 14.1 del Codice Amministrativo e l’articolo 171 del codice penale (cp).

Nel caso dell’importazione o della vendita di beni e dispositivi destinati a ricevere informazioni senza l’autorizzazione dell’FSB di importare o commerciare tali beni, l’articolo 138, paragrafo 1, del codice penale della Federazione russa prevede la responsabilità dell’acquisto o della vendita di attrezzature tecniche speciali destinate a ricevere segretamente informazioni sotto forma di ammenda nella quantità di fino a 200.000 rubli. o restrizione della libertà fino a 4 anni, o lavoro forzato fino a 4 anni.

 

Oltre alla legislazione direttamente connesse con la mancanza dei permessi necessari, si dovrebbe anche tenere a mente la responsabilità per la falsa dichiarazione. Il codice degli illeciti amministrativi contiene un capitolo separato sui reati nel settore doganale e le violazioni delle norme doganali, che spesso comportano uno sdoganamento irragionevole senza fornire i documenti necessari o l’uso di documenti falsi. In particolare, dovremmo prestare attenzione agli articoli:

16.2. Dichiarazione di merci senza dichiarazione di conformità o con la dichiarazione di conformità non corrispondente alla merce importata:

La mancata dichiarazione nella forma prescritta delle merci soggette a dichiarazione doganale comporta l’imposizione di una sanzione amministrativa per i cittadini e le persone giuridiche da 1/2  fino a 200 volte dell’importo della merce con  o senza la confisca; per funzionari – da 10.000 a 20.000 rubli.

Dichiarazione false del dichiarante o agente doganale durante la dichiarazione in dogana sulle informazioni di loro codice di classificazione TN VED, in combinazione con l’affermazione nella descrizione della merce informazioni incomplete o inesatte circa la loro quantità, le proprietà e le caratteristiche che influenzano la loro classificazione o il loro nome, descrizione, Paese di origine – comportano l’imposizione di una sanzione amministrativa ai cittadini e alle persone giuridiche dell’importo da 1/2 a 2 volte l’importo dei dazi doganali e delle tasse da pagare, con la confisca dei beni in cui sono oggetto di un illecito amministrativo, o senza di esso, o sequestro di affari di un illecito amministrativo; su funzionari – da 10.000 a 20.000 rubli.

 

Dichiarazione falsa del dichiarante o agente doganale durante la dichiarazione in dogana sui beni o presentazione di documenti non validi, se tali informazioni o documenti serviti o potrebbero servire come base per il mancato rispetto degli accordi internazionali di – membri dell’Unione Economica Eurasiatica, le decisioni della Commissione economica eurasiatica, regolamentari della Federazione russa divieti e restrizioni (compresa l’importazione di merci  senza licenza inPromTorga o import / export di prodotti di crittografia senza notifica del Servizio di Sicurezza Federale o FSB relazione) – punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini nella quantità da 1500 a 2500 rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa, o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; su funzionari – da 10.000 a 20.000 rubli; per le persone giuridiche – da 50.000 a 300.000 rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza confisca o illecito amministrativo.

16.3. Il mancato rispetto dei divieti e delle restrizioni (o) l’importazione di merci nel territorio doganale dell’Unione economica eurasiatica o la Federazione russa e (o) l’esportazione di merci dal territorio doganale dell’Unione economica eurasiatica o la Federazione russa comporta l’imposizione di una sanzione amministrativa ai cittadini nella quantità da 1000 a 2500 rubli ,la confisca di beni che appaiono come soggetti di un reato amministrativo, o senza di essa; su funzionari – da 5.000 a 20.000 rubli; per le persone giuridiche – da 50.000 a 300.000 rubli con la confisca dei beni.

16.7. Presentazione dei documenti non validi durante operazioni doganale punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini nella quantità da 1500 a 2500 rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa, o la confisca di argomenti di un illecito amministrativo; su funzionari – da 10.000 a 20.000 rubli; per le persone giuridiche – da 50.000 a 300.000 rubli con la confisca dei beni.

16.17. Presentazione di documenti non validi per lo sdoganamento delle merci prima del deposito di una dichiarazione in dogana. La violazione comporterà l’imposizione di una sanzione amministrativa per i funzionari per un importo compreso tra 10.000 e 20.000 rubli; sulle persone giuridiche – da 50.000 a 100.000 rubli.

 

 

Traduzione ed elaborazione

Kaipova Angelika

Gruppo TSORD

www.cordmos.ru

 

fonte: http://certificate.moscow/%D0%93%D0%BB%D0%B0%D0%B2%D0%BD%D0%B0%D1%8F/%D0%A8%D1%82%D1%80%D0%B0%D1%84

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here